RSS

Il trionfo della lana

mer, apr 7, 2010

Curiosità

Il regista Martin Scorsese ha confermato che dirigerà “Triumph of the wool” la biografia della vita epica di Elizabeth Zimmermann.
Non si sa ancora molto, ma voci di corridoio dicono che verrà utilizzata la tecnica “Aran Vision 4-D“, che permetterebbe agli spettatori di raggiungere e accarezzare i filati, protagonisti sullo schermo.

Elizabeth Zimmerman, fu una magliaia di origine britannica, nota per aver rivoluzionato il concetto di lavoro a maglia.
Nei suoi libri, spiega il lavoro a maglia tra racconti e aneddoti, senza imporre rigidi schemi, non indica il filato corretto da utilizzare, o il numero dei ferri, ma piuttosto stimola ad usare la fantasia, fornendo gli strumenti per creare degli schemi personali.
Durante la seconda guerra mondiale, il metodo Continental (o Tedesco) è caduto in disuso, a causa della sua associazione con la Germania, ma Elizabeth ha fortemente sostenuto questo metodo come più semplice e veloce per lavorare a maglia.
Tra i suoi lavori più famosi Pi shawl, Ganomy hat e i Mitered mittens.
I suoi libri si trovano solo in lingua originale, ma sono indispensabili per ogni novella knitterista :
Knitter’s Almanac, Knitting without tears, Knitting around.

Esiste anche un blog di Zimmermaniaci

Il suo motto fu: “Continua a lavorare a maglia con fiducia e speranza, attraverso tutte le crisi”

Ma la sua frase che preferisco è : “Didn’t take no shit from nobody”

via Panopticon

, , , , ,

This post was written by - who has written 194 posts on iKnit

  • http://knittami.wordpress.com knittami

    Grazie per la tua segnalazione. E’ davvero un piacere seguire il tuo blog! :)

  • lizzie

    :)