RSS

Knitting in UK

ven, set 10, 2010

Curiosità, Maglia, Uncinetto


DSC_0136-1

Come già detto, per le vacanze ho fatto un tour dell’Inghilterra.
Il giro è stato freddo, stancante,ma bellissimo.

Prima di partire grazie a Knitmap mi sono salvata qualche indirizzo interessante che coincidesse con alcune delle tappe previste. L’intenzione era di vedere qualche bel negozio, fare un sacco di foto e di shopping  da brava LqA: non è stato poi così facile.

Prima tappa Brighton.
Per questa tappa avevo ben due negozi da vedere.
Il primo è stato facile da trovare, una bella pedalata sotto un fresco sole e siamo arrivati da Cocoon, l’ho riconosciuto subito perchè davanti c’era un vero albero di amigurumi, giuro!
Albero amigurumi

In vetrina avevano dei deliziosi copri teiera decorati, cuscini di mille colori  e dei kit per bambini per imparare a lavorare a maglia. Ho gironzolato un po’, sfogliato qualche libro, spulciato tra i gomitoli e ho comprato un manuale per la mia amica Sabri.
Insegna cocoonVetrina cocoonPer il secondo negozio non è andata poi così bene, la pedalata è stata diciamo un tantino più impegnativa, potevamo immaginare ci fosse qualche salita da fare, visto che l’indirizzo di Purl è 16 Upper Hamilton Rd, ma mai avremmo immaginato una fatica del genere, paesaggio bellissimo, un sacco di case carinissime, tutte colorate, ma che tortura!
Salita Brighton

Il problema è che dopo tutta la fatica, arrivati a destinazione abbiamo trovato il negozio chiuso.
Ho sbirciato con tristezza e senza fiato la vetrina da sotto le tendine
PurlPurl vetrina
Nel frattempo ho scoperto che in Agosto in Inghilterra fa freddo, ho le prove
Termometro
Così, con il cotone che avevo portato da casa, in una serata ho fatto un cappellino d’emergenza, decorato con un bottone rosso,perchè va bene l’emergenza,ma ci vuole sempre un certo stile!
Così in tutte le foto delle mie vacanze appaio con questo cappellino giallo limone,vestita manco fosse dicembre.
Cappello d'emergenza 3Cappello d'emergenzaCappello d'emergenza 2
Nelle tappe successive non sono riuscita a vedere granchè, a Bristol c’era Get Knitted, trovato subito, ma chiuso

Get knitted 2Get knitted

A Manchester avrei voluto vedere White Peak Alpacas, specializzati in Alpaca, dove è anche possibile visitare gli allevamenti che la producono, ma abbiamo trovato dei giorni estremamente piovosi, ed essendo un po’ fuori Manchester ci abbiamo rinunciato.
Nelle varie città ho visto diversi negozi della catena AllSaints, con queste enormi vetrine con tantissime macchine da cucireAll saints (2)All saintsA Liverpool c’era Purlesque, che secondo Knitmap si trova in Grand Central Hall, che è un incrocio tra un mercatino delle pulci e una specie di centro commerciale alternativo, con tutti questi piccoli negozi, mescolati l’uno all’altro, che vendono oggetti fatti a mano, vinili, vestiti usati…beh, l’abbiamo girato tutto,più volte, ma nulla non l’abbiamo trovato ,  ho scoperto poi che ha cambiato indirizzo.

Ultima tappa Londra, dove c’è il santuario delle knitters I knit London.
Il negozio straborda lana di ogni tipo, ci sono  libri e riviste per tutti i gusti, nel centro c’è un bel divano di pelle, che sembra dirti: “mettiti comoda e stai tutto il giorno qui a fare a maglia”.
C’era una ragazza, molto gentile, ho cercato di fare un minimo di conversazione, ma il mio inglese non mi ha permesso grandi discorsi, cosi ho comprato la bibbia dell’uncinetto e scattato qualche foto

I knit london vetrinaIknit londonI knit londonI knit london divanoMi ha colpito vedere quanto siano diffusi il lavoro a maglia e l’uncinetto.
Mi è capitato spesso di vedere piccoli negozi che vendevano bottoni, lana e tessuti, la mania per la maglia ha colpito gente di ogni tipo,uomini,donne, giovani e anziani, di certo il clima invoglia davvero a fare la calzetta.

, ,

This post was written by - who has written 194 posts on iKnit

  • http://lillysartcreationandcrafts.blogspot.com Lilly

    bello, bellissimo questo viaggio malgrado tu abbia trovato molti posti chiusi :(
    stupendo I knit London, anch’io ho provato quest’ebrezza…e posso testimoniare che in estate può fare davvero freddo in Uk 😉

  • http://try2knit.blogspot.com/ ciami

    che invidia Lizzie. Un po’ per la bici, perché avrei proprio voglia di farmi un bel viaggetto del genere, un po’ per i posti, soprattutto per iknit London! 😉

  • lizzie

    eh eh ciami, quando siamo partiti tutti dicevano che l’Inghilterra era piatta, e poi ci siamo trovati delle salite tipo S.Francisco! La mia bici non ha cambio,e il rapporto non è proprio leggero,quindi faticaccia.
    Se ci vai, scegli la bici giusta 😉

  • http://try2knit.blogspot.com ciami

    Lizzie pensa ai glutei.. 😉

  • Pingback: Babbucce all’uncinetto: il pattern | iKnit()

  • Pingback: Do knit disturb : l’Hotel knit addicted | iKnit()